MediaCP Manual
Servizi

Last updated 6 mesi fa

Generale

  • Nomi di dominio personalizzati : consente di configurare un nome di dominio personalizzato per servizio diverso dall’indirizzo host configurato. I nomi di dominio personalizzati sono attualmente disponibili per i servizi audio, inclusi SHOUTcast e Icecast, e non sono disponibili per i servizi di streaming video. Prima che i nomi di dominio personalizzati possano essere abilitati, è necessario configurare il proxy Port 80/443 che garantisce la creazione automatica di un certificato SSL.
  • Portbase Range Start – Una o più porte vengono assegnate a ogni nuovo servizio multimediale creato, a seconda del tipo di servizio multimediale creato. MediaCP selezionerà automaticamente la porta successiva da assegnare in base a questo valore.
  • Automatic SHOUTcast 2 HTTPS – Abilita automaticamente il proxy HTTPS per tutti i servizi SHOUTcast 2 per impostazione predefinita.
  • Connessione preferita : determina la connessione utilizzata dal lettore HTMl5 al servizio di streaming. La connessione proxy offre una migliore accessibilità al firewall, tuttavia la connessione diretta offre prestazioni leggermente migliorate.
  • Visualizza porta nell’elenco dei servizi : mostra o nascondi la base delle porte nella pagina dell’elenco dei servizi (solo servizi audio).
  • Ordine di quotazione dei servizi : l’ordine predefinito elencherà i servizi in base al loro stato (online, offline), quindi al numero di connessioni e infine al nome del servizio.
  • Servizi sospesi : consente di configurare la modalità di visualizzazione dei servizi sospesi all’interno del pannello.

 

Pagina pubblica della stazione

  • Station Publish Pages – I servizi audio includono la propria pagina di pubblicazione della stazione, altrimenti nota come pagina iniziale. Questa opzione controlla se Station Pages può essere utilizzato all’interno di questa installazione MediaCP.
  • Nuovo servizio predefinito : definisce se i nuovi servizi devono includere una pagina della stazione.

 

Widget

  • Widget: controlla se i widget possono essere utilizzati nel MediaCP. Tutti i Servizi multimediali includono una pagina Widget che include diversi componenti che possono essere incorporati in siti Web esterni. Questi includono widget come Lettori audio e video, In riproduzione, Riprodotti di recente e altro ancora.

 

Quota disco

  • Sospensione automatica: definisce se un servizio multimediale deve essere sospeso dopo aver raggiunto l’allocazione della quota del disco e a quale percentuale verrà sospeso. L’impostazione predefinita prevede la sospensione del servizio al 100%.

 

Abuso di bitrate

Alcuni motori di servizi di streaming non sono in grado di limitare efficacemente il bitrate a un singolo flusso. Il MediaCP include un meccanismo per controllare il bitrate a cui un servizio multimediale sta trasmettendo e applicare un’azione se è superiore al limite imposto al servizio.

In /usr/local/mediacp/abuse esiste un file di registro dei rilevamenti degli abusi di bitrate e delle azioni intraprese in /usr/local/mediacp/log/mediacp/abuse.log

  • Azione di abuso : per impostazione predefinita, l’azione quando un utente trasmette in streaming al di sopra del bitrate tenterà la disconnessione della sorgente di trasmissione o del codificatore. L’azione Stop cambierà l’intero servizio offline, richiedendo al Cliente o a un Amministratore di riavviare il servizio prima che possa essere trasmesso in streaming.
  • Email di abuso – Definisce se inviare un’e-mail notificando l’eccesso e / o la sospensione quando un servizio supera il limite di bitrate definito.
  • Bitrate Overage % – Fornisce una percentuale di grazia di overage sul limite di bitrate prima che venga attivata l’azione di abuso. Ad esempio, un limite di 256 Kbps con un eccesso del 10% non attiverà l’azione di abuso fino a quando la trasmissione non viene trasmessa a 281 Kbps. Alcuni servizi di streaming, in particolare quelli relativi allo streaming video, utilizzano un bitrate variabile (VBR) e se impostato su 256 Kbps possono superare questo valore occasionalmente. Per questo motivo si consiglia di includere almeno un buffer del 10%.
  • Sospendi servizio dopo : è possibile sospendere temporaneamente un servizio se supera costantemente il bitrate. Ciò garantisce che un utente non possa riavviare il servizio e ricominciare lo streaming per un breve periodo di tempo. Il valore predefinito è impostato su “Non sospendere”.
  • Sospendi servizio per : definire la durata per cui sospendere temporaneamente un servizio.

Abuso di traffico

  • Azione sul limite di traffico raggiunto : definisce se un servizio multimediale deve essere sospeso dopo aver raggiunto la quantità allocata di utilizzo della larghezza di banda. L’impostazione predefinita prevede la sospensione del servizio al 100% fino alla fine del mese corrente.

Table of Contents